Venerdì, 24 Novembre 2017
Banner
Banner
Ultime Notizie
Banner
PROVINCIA - CHIUSI
E-mail Stampa PDF

Due giovani denunciati dai Carabinieri per detenzione ai fini di spaccio di hashish

Bookmark and Share
carabinieri-notte650Era da un po’ di tempo che i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Montepulciano sorvegliavano con discrezione i giardini pubblici di Chiusi, sapendo che non tutti i giovani del posto andavano lì solo per ritrovarsi con gli amici ma anche perché qualcuno spacciava dell’hashish.

Così i militari hanno intensificato i servizi di osservazione nel fine settimana, ben sapendo che proprio nel weekend il consumo di droga aumenta. Ed è così che nel primo pomeriggio di sabato hanno notato due giovani, che appena arrivati parlavano freneticamente con gli altri presenti, spostandosi di continuo.

I militari, capendo la situazione, sono intervenuti bloccando i due e portandoli in caserma. Qui hanno avuto la conferma che la loro intuizione era giusta. Infatti, perquisendo i due ragazzi, un 21enne ed un 17enne, entrambi di origine marocchine ma residenti in Italia in un paese dell’Umbria al confine con la Toscana, i Carabinieri hanno trovato nello zaino del maggiorenne 60 grammi di hashish suddiviso in sei ovuli. A quel punto sono scattate le perquisizioni anche a casa dei due dove non è stato trovato altro stupefacente.

Di questo dovranno rispondere per ora alla Procura della Repubblica di Siena a cui sono stati denunciati a piede libero, mentre al vaglio dei militari c’è il loro giro d’affari per accertare se questa sia un’occasionale “trasferta” o se si tratti di veri e propri spacciatori itineranti, che oltre a Chiusi smerciano droga anche in altre località dell’area.
 
fotostudiosiena-ritratti-di-natale-2017

GUARDA ANCHE


Diventa fan su facebook Seguici su twitter
ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo cinema viabilità farmacie meteo
banner-web-300x250-01-B_2_2
SIENA_FREE_Banner_300X2502
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER